I crimini di Kodak Black: uno sguardo ai problemi legali del rapper incarcerato mentre fa causa alla prigione del Kentucky

Il rapper Kodak Black, in carcere da quasi un anno, ha citato in giudizio il Federal Bureau of Prisons per presunta tortura e soppressione della sua libertà religiosa



Di Abhinav Singh
Aggiornato il: 01:00 PST, 23 settembre 2020 Copia negli appunti Tag: Kodak Black

Kodak Black (Getty Images)



Il rapper Kodak Black, che è in prigione da quasi un anno, farà causa al Federal Bureau of Prisons. La causa è stata intentata dal rapper affermando di essere stato maltrattato dietro le sbarre. La causa riguarderà anche il direttore del Federal Bureau of Prisons e il direttore della prigione di massima sicurezza di Big Sandy dove Kodak è attualmente detenuto.



Secondo la denuncia presentata dal hitmaker 'Zeze', gli agenti della prigione del Kentucky sarebbero stati coinvolti nel 'pestaggio di gruppo' del rapper. La denuncia menziona anche che le guardie carcerarie hanno colpito il rapper nei suoi testicoli e lo hanno maltrattato anche quando ha obbedito alle regole. La cosa più scioccante è che menziona specificamente un incidente in cui è stato costretto a indossare un abito di carta senza schienale e posto in una cintura di sicurezza a quattro punti per più di sei ore senza accesso al bagno. Di conseguenza, il rapper ha urinato e defecato su se stesso mentre le guardie ridevano. Queste azioni, secondo gli avvocati di Kodak, hanno causato al rapper lacerazioni, vomito e sanguinamento dalla bocca. I suoi avvocati affermano che ci sono cartelle cliniche per provare questo presunto maltrattamento.

In rivelazioni più scioccanti, Kodak ha accusato le guardie di Big Sandy di costringerlo a inginocchiarsi in stile esecuzione solo in mutande, provocandogli dolore, angoscia emotiva e umiliazione. Il rapper - un israelita ebraico praticante - ha anche detto che non gli è permesso vedere il suo rabbino. Di conseguenza, Kodak, insieme ai suoi avvocati Bradford Cohen, Robert Buschel e Jonathan Schwartz, ha fatto causa per trasferirsi in una prigione di livello inferiore e anche per coprire le spese legali.



Kodak Black (Getty Images)

Kodak è stato trasferito nella prigione del Kentucky Big Sandy nell'ottobre 2019 a seguito di un alterco in una struttura di Miami che ha provocato il ferimento di un ufficiale carcerario.

La storia dei problemi legali di Kodak Black

La vita del rapper, fin dalla tenera età, è stata piena di guai legali. Il produttore di hit 'Tunnel Vision' ha una lista piuttosto lunga di scontri con la legge. Quando il suo singolo di successo 'Skrt' ha iniziato a fare scalpore e ad ottenere premi da star come Drake, i suoi problemi legali hanno cominciato ad accumularsi. Una rapina e un rapimento nell'ottobre 2015 hanno segnato il primo di una serie di incidenti che lo hanno lasciato incarcerato per mesi.



Ottobre 2015

Kodak è stato arrestato per sequestro di persona, batteria, rapina, falsa reclusione, guida con patente sospesa e possesso di marijuana quando aveva solo 18 anni. Fu presto rilasciato su cauzione.

Dicembre 2015

Kodak è stato nuovamente arrestato per possesso di meno di due libbre di marijuana. È stato anche accusato di possesso di armamentario per la droga.

Febbraio 2016

Questa volta, Kodak è stato arrestato per violenza sessuale dopo essere stato accusato da una giovane donna nella Carolina del Sud. La donna, che ha accompagnato il rapper nella sua camera d'albergo dopo uno spettacolo, ha detto che le ha strappato i vestiti e l'ha violentata. È stato accusato di cattiva condotta sessuale criminale.

Aprile 2016

Poco dopo l'incidente precedente, Kodak è stato arrestato per possesso di armi. Guidando nella sua auto, ha persino tentato di eludere l'arresto e ha lanciato una pistola Glock 23 calibro 40 dalla sua auto. È stato arrestato per possesso di marijuana, un'arma e per una serie di violazioni del codice della strada.

Maggio 2016

Kodak è stato nuovamente arrestato, questa volta in relazione a mandati aperti relativi alle precedenti accuse di falsa reclusione e rapina a mano armata.

Agosto 2016

Dopo aver trascorso tre mesi in prigione, Kodak è stato condannato a un anno di arresti domiciliari e cinque anni di libertà vigilata. Gli è stato anche ordinato di completare i programmi di servizio alla comunità, gestione della rabbia e controllo della comunità.

Settembre 2016

Kodak ha dichiarato di non contestare il caso di possesso ed è stato condannato a 120 giorni di prigione.

28 novembre 2016

Kodak è stato rilasciato dal carcere per affrontare la carica sessuale della batteria.

1 dicembre 2016

Kodak, dopo aver pubblicato una cauzione di $ 100.000 per la carica sessuale della batteria, è stata liberata dalla prigione.

Kodak Black (Getty Images)

Febbraio 2017

Questa volta, Kodak è stato arrestato per aver violato i termini dei suoi arresti domiciliari relativi alle accuse di falsa reclusione nel maggio 2016. È stato anche coinvolto in una presunta aggressione di un barista a Miami.

Aprile / maggio 2017

Tra il 21 aprile e il 4 maggio, Kodak è stata coinvolta in una serie di questioni legali. Il 21 aprile, Kodak è stato accusato di aver afferrato il suo consulente per la gestione della rabbia per il braccio dopo che lei aveva minacciato di chiamare i servizi di emergenza. L'incidente è avvenuto quando il consulente per la gestione della rabbia gli ha chiesto di andarsene poiché interrompeva intenzionalmente la sessione eruttando ripetutamente. Più tardi, il 26 aprile, è stato giudicato colpevole di cinque capi di imputazione per aver violato i suoi arresti domiciliari. Il 4 maggio è stato condannato a 364 giorni di carcere con possibilità di rilascio anticipato se avesse completato un corso di life skills. È stato rilasciato a giugno dopo aver scontato solo 97 giorni.

Gennaio 2018

Il 18 gennaio 2018, la polizia è stata avvertita di un live streaming su Instagram di Kodak che mostrava il rapper nella sua casa circondato da droghe e armi con suo figlio nelle vicinanze. È stato quindi arrestato per furto di un'arma da fuoco, due accuse di possesso di un'arma o munizioni da parte di un criminale adulto delinquente, possesso di cannabis superiore a 20 grammi, abbandono di minori senza gravi lesioni personali e due conteggi di violazione della libertà condizionale. I suoi avvocati, tuttavia, hanno fatto cadere le accuse di furto grave, negligenza di minori e possesso di un'arma da parte di un criminale.

Aprile 2018

Kodak si è dichiarato non colpevole ma è stato nuovamente condannato a 364 giorni di carcere per le restanti accuse derivanti dal suo precedente arresto. Il rapper è stato successivamente rilasciato nell'agosto dello stesso anno. Va notato che durante questo periodo, il rapper ha guadagnato un GED, ha cambiato il suo nome legale in Bill K Kapri e ha twittato di voler scrivere un libro.

chi è lo zio Dickie nella corona?

Aprile / maggio 2019

Nell'aprile 2019, Kodak è stata arrestata dagli agenti della dogana e della protezione delle frontiere statunitensi mentre cercava di entrare in Canada. È stato trovato con una pistola Glock 9mm e marijuana ed è stato ancora una volta portato in prigione. Più tardi, ha pagato una cauzione di $ 40.000 ed è uscito di prigione con pile di denaro che gli coprivano la faccia. Presto, nel giro di un mese, fu nuovamente arrestato per possesso di armi e prima di esibirsi al Rolling Loud Festival, fu arrestato dai marescialli statunitensi per violazioni statali e federali sulle armi da fuoco. Anche se ha pagato $ 600.000 su cauzione, i pubblici ministeri hanno sostenuto che avrebbe dovuto rimanere in prigione perché è una 'minaccia per la società'.

Novembre 2019

Poi, a novembre, Kodak ha accettato un patteggiamento ed è stata condannata a 46 mesi di prigione, molto più breve della condanna a 96 mesi originariamente prevista.

Marzo 2020

L'11 marzo 2020, Kodak si è dichiarato colpevole del caso di possesso di armi da fuoco di cui era stato accusato dopo essere stato detenuto al confine canadese-americano. La condanna è iniziata il 24 marzo con il tribunale che considerava da due a sette anni di carcere per il rapper oltre alla sua condanna a 46 mesi.

Giugno 2020

Dal giugno di quest'anno, Kodak sta scontando la sua pena federale presso il penitenziario degli Stati Uniti, Big Sandy a Inez, Kentucky.

Articoli Interessanti