L'episodio 2 di 'The Last Narc': il cartello di Guadalajara vendica l'arresto della droga violentando, torturando e uccidendo i turisti americani

René Lopez ha rivelato come Rafael Caro Quintero fosse furioso e assetato di vendetta dopo che il suo più grande raccolto di marijuana era stato distrutto

John Clay Walker e Alberta Radelat (Amazon Prime Studios)



Il periodo dopo che Enrique S 'Kiki' Camarena Salazar ha distrutto l'enorme piantagione di marijuana del trafficante di droga messicano Rafael Caro Quintero bruciandola al suolo e il cartello di Guadalajara ha subito una perdita di milioni di dollari. Kiki è stato rapito, torturato e ucciso poco dopo. La docuserie di Amazon Prime 'The Last Narc' esplora le indagini condotte dall'ex supervisore della DEA e agente speciale Hector Berrellez che ha assicurato Kiki alla giustizia.



Le azioni di Kiki hanno portato a un'ondata di rabbia, frustrazione e paranoia tra i cofondatori del cartello di Guadalajara, Rafael Caro Quintero ed Ernesto Fonseca Carrillo. René Lopez, che era presente durante il periodo in cui Kiki è stato catturato, ha rivelato come Caro Quintero fosse furioso e assetato di vendetta: il suo raccolto più grande è stato distrutto. In seguito a ciò, il cartello sapeva che la DEA li avrebbe seguiti. 'Ogni persona che sembrava un gringo veniva dalla DEA,' rivela Ramón Lira nella docuserie, 'Tutti loro, provenivano dalla DEA', aggiunge. I cartelli della droga messicani stavano diventando sempre più paranoici sul fatto che la DEA li raggiungesse.

Il 2 dicembre 1984, due mesi prima del rapimento di Kiki, Guadalajara fu presa dal caos e dal terrore. La notizia era dilagante con i rapporti sulla violenza contro i turisti americani, in particolare i bianchi. In primo luogo, sette americani sono scomparsi, vale a dire Ben e Pat Mascarenas del Nevada, e Dennis e Rose Carlson California (solo per citarne alcuni) sono stati rapiti in pieno giorno da ricche aree suburbane. In realtà, non erano imparentati da nessuna parte con la DEA: le due coppie erano testimoni di Geova.



Ramón Lira ricorda come Ernesto Fonseca Carrillo gli avesse ordinato di legarli e interrogarli sulla polizia, la CIA e la DEA. Quando ha riportato a Fonseca il suo rapporto sulla loro innocenza, è stato a sua volta incaricato di portarli in un altro appartamento per torturarli. Jorge Godoy, un ex agente di polizia in Messico, ha espresso rammarico per le loro uccisioni: 'Hanno bussato alla porta sbagliata'.

(Amazon Prime Video)

Hector ha anche raccontato i dettagli cruenti di come i turisti sono stati torturati. 'Le donne sono state violentate davanti ai loro mariti. Poi vengono portati in un ranch dove le donne sono state ripetutamente violentate di nuovo. Mentre le donne vengono torturate facendo scorrere una corda tra le loro gambe, le loro vagine sanguinano '.



Sono stati i Los Dormidos alias 'The Sleepers', guidati da Joaquín 'El Chapo' Guzmán, il signore della droga messicano, a disporre i corpi per il cartello di Guadalajara. I turisti imploravano per la loro vita mentre venivano torturati, ma non fu mostrata alcuna pietà.

Nel gennaio 1985, una settimana prima del rapimento, due turisti entrarono in un ristorante di pesce di proprietà di Caro Quintero chiamato La Langosta. Il ristorante era un posto speciale per i Narcos e per il popolo del governo. Secondo Prime Video, John Clay Walker era un veterano del combattimento del Vietnam che ha ricevuto due Purple Hearts durante il suo servizio nel Corpo dei Marines degli Stati Uniti. Era accompagnato da Albert Radelat che studiava medicina in Texas.

Quando il 'vile psicopatico' Quintero ha visto i due, ha ordinato che i due fossero portati in un ripostiglio, dove sono stati interrogati e torturati con rompighiaccio. Walker è morto sulla scena per un trauma alla testa. Radelat era ancora vivo quando gli uomini furono avvolti in tovaglie e portati al Parco San Isidro Mazatepec a Zapopan e sepolti.

La famiglia di Walker era alla disperata ricerca di lui (vivo o morto) a questo punto ed è stato solo sei mesi dopo la loro morte che sono stati scoperti.

In 'Narcos: Mexico', che si prendeva giuste libertà creative, Walker è stato interpretato da Brian Buckley nell'episodio 7 'Jefe de Jefes'.

Tutti e quattro gli episodi della docuserie sono attualmente in streaming su Amazon Prime Video.

Articoli Interessanti